Il giornalismo è il suo metodo

Anno accademico

2017-2018

Contenuti

Il giornalismo è il suo metodo. Non è la tecnologia e tanto meno la tessera dell’Ordine a definire il compito del giornalismo: la qualità dell’informazione e il suo successo nel tempo discendono dalla qualità del metodo con il quale l’informazione è ricercata, aggregata, condivisa; e il giornalismo scientifico ha una doppia responsabilità, perché dà conto di una realtà che a sua volta è essenzialmente fondata sul suo metodo: il compito del corso della Sissa è dunque di altissima responsabilità – discutiamo tutto, il fake, le echochamber, la crisi dell’editoria – ma pensiamo a ricostruire per il futuro, sulla base di tre grandi tematiche: dati, narrazione, inchiesta.

Programma

Il corso ha una durata complessiva di 12 ore, su tre lezioni:

Lezione 1: Enrico Pedemonte – Il metodo scientifico e il giornalismo

Lezione 2: Dino Pedreschi – I dati e il giornalismo di domani

Lezione 3: Giorgio Meletti – L’inchiesta e il giornalismo di sempre

Obiettivi

Al termine del corso, gli studenti avranno acquisito nozioni e buone pratiche sui seguenti aspetti:

  • Che cos’è il metodo giornalistico – epistemologia del giornalismo
  • Per chi lavora il giornalista – economia del giornalismo
  • Il cambiamento di contesto del giornalismo – analisi di scenario
  • Le opportunità offerte dalle tecnologie – approccio costruttivo al cambiamento
  • I tre filoni di sviluppo nelle nuove piattaforme: data journalism, interpretazione, inchiesta

Testi Consigliati

  • Bill Kovach, Tom Rosenstiel, The Elements of Journalism: What Newspeople Should Know and the Public Should Expect, Three Rivers Press
  • Régis Debray, Cours de Médiologie Générale, Gallimard
  • Giorgio Meletti, Nel paese dei Moratti, Chiarelettere