FAQ

La selezione dei candidati verte su un concorso per titoli ed esami. La prova scritta consta nella verifica delle attitudini di scrittura e analisi di testi di argomento scientifico di attualità.

Durante la prova ogni candidato sarà invitato a scegliere uno solo tra i testi in lingua inglese o italiana proposti dalla commissione - che saranno dedicati ad argomenti scientifici di attualità - e produrre un articolo riassuntivo corredata da un titolo.

L’esame scritto avrà la durata di due ore.

La prova orale consisterà in un colloquio della durata di circa 10-15 minuti con domande riguardanti la comunicazione della scienza e volte a verificare le attitudini e le motivazioni dei candidati a frequentare il Master in Comunicazione della Scienza "F. Prattico". Sarà inoltre prevista una prova orale di lingua inglese, che non influirà sulla graduatoria finale di ammissione ma determinerà debiti formativi da colmare entro la fine del I anno di corso tramite la frequenza di corsi appositi messi a disposizione dalla SISSA.

Gli argomenti proposti per la prova scritta negli ultimi anni accademici sono disponibili qui.

Le borse e i premi di studio saranno erogati di anno in anno sulla base della disponibilità finanziaria e saranno indicati qui.

No, la frequenza alle lezioni del Master è obbligatoria ed è prevista una soglia minima di presenze pari al 70% delle ore complessive.

Si, da un punto di vista formale non c'è alcun impedimento, tuttavia dovrà trattarsi necessariamente di un impegno lavorativo limitato e flessibile dato che la frequenza al Master in Comunicazione della Scienza "F. Prattico" è obbligatoria e richiede una presenza minima pari al 70% delle ore di lezione.

Come spiegato qui in modo più approfondito, le lezioni sono concentrate al primo anno, da novembre a giugno per circa 30 settimane e un totale di oltre 700 ore. Gli studenti sono inoltre tenuti a svolgere numerose esercitazioni durante l'anno accademico. Il secondo anno è dedicato agli stage, alla stesura della tesi e ad alcuni seminari tematici a frequenza obbligatoria.

L'esperienza pregressa indica che per sfruttare al meglio le opportunità offerte dal Master in Comunicazione della Scienza "F. Prattico", sia in termini culturali sia in termini professionali, è molto importante poter dedicare alle diverse attività un impegno continuo e adeguato.

Si,da un punto di vista formale (almeno da parte della SISSA) non c'è alcun impedimento, tuttavia la frequenza al Master in Comunicazione della Scienza "F. Prattico"  è obbligatoria e richiede una presenza minima pari al 70% delle ore di lezione.

Come spiegato qui in modo più approfondito, le lezioni sono concentrate al primo anno, da novembre a giugno per circa 30 settimane e un totale di oltre 700 ore. Gli studenti sono inoltre tenuti a svolgere numerose esercitazioni durante l'anno accademico. Il secondo anno è dedicato agli stage, alla stesura della tesi e ad alcuni seminari tematici a frequenza obbligatoria.

L'esperienza pregressa indica che per sfruttare al meglio le opportunità offerte dal Master in Comunicazione della Scienza "F. Prattico", sia in termini culturali sia in termini professionali, è molto importante poter dedicare alle diverse attività un impegno continuo e adeguato.

No, ci si può iscrivere al Master a qualunque età. L'età media degli studenti del master è di circa 28-29 anni.

Sì, per partecipare all'esame di ammissione è sufficiente il titolo di laurea triennale, in qualunque disciplina, scientifica o umanistica.

Gli studenti regolarmente iscritti a MCS (primo e secondo anno) possono accedere liberamente a tutte le risorse della Biblioteca SISSA (libri, periodici, riviste e articoli scientifici).

In particolare, sono stati creati dei video tutorial che spiegano in dettaglio le modalità di ricerca e prestito delle risorse:

Contattaci

Seguici anche su

Siamo sui social network. Seguici e partecipa.