Corso

Introduzione alla comunicazione della scienza

Anno Accademico: 

  • 2017-2018

Anno: 

Primo Anno

Contenuti: 

 

La comunicazione della scienza è un insieme di attività e un campo di studi con lo scopo ultimo di definire le migliori condizioni possibili per condividere la conoscenza sulla natura, gli esiti e le conseguenze sociali di scienza e tecnologia tra individui e gruppi diversi. Le lezioni forniscono una panoramica dei temi e delle sfide contemporanee più rilevanti del settore. Le otto lezioni introducono i futuri professionisti alla letteratura internazionale di ricerca sulla comunicazione della scienza e mostrano come essa sia legata alle pratiche attuali e alle loro possibilità di miglioramento. Verranno analizzati le strutture, i significati e le implicazioni sociali della comunicazione della scienza attraverso l'esame dei contesti, delle motivazioni e dei vincoli di chi la produce.

Il corso ha l’ambizione di contribuire a ridurre le difficoltà che impediscono alle istituzioni e ai cittadini di utilizzare il più efficacemente possibile la migliore conoscenza scientifica a disposizione nella ricerca di soluzioni a problemi di natura individuale e collettiva. Il tema centrale non è come insegnare agli scienziati a comunicare a pubblici diversi senza usare un linguaggio tecnico o come i giornalisti debbano scrivere di scienza senza fuorvianti semplificazioni. Si tratta certamente di questioni importanti, ma probabilmente non sono i problemi più urgenti della comunicazione della scienza.  Molto più cruciale è individuare e esplorare la complessità degli spazi, dei processi, degli interessi specifici e delle poste in gioco degli attori che popolano il campo delle interazioni comunicative tra esperti e non-esperti. Il corso mostrerà soprattutto che non esiste un kit definito pronto all’uso o un modello universale di comunicazione della scienza. La sfida più interessante sarà viceversa individuare i dominii distinti in cui utilizzare opportunamente i risultati della ricerca in comunicazione della scienza nella pratica professionale.  

Organizzato per temi, il corso prevede esercitazioni in classe e a casa basate sull'analisi e commenti di testi.

 

 

Programma del corso: 

 

Lezione 1Perché, come e quale scienza comunicare

  • Funzioni, metodi e ragioni della comunicazione della scienza in una prospettiva storica. La ricerca in comunicazione della scienza: prospettive e utilità. Descrizione del programma e delle esercitazioni.

 

Lezione 2: Alfabetizzazione scientifica e Public Understanding of Science

  • Il concetto di alfabetizzazione scientifica in una prospettiva storica. Percezione, comprensione e atteggiamenti dei pubblici non specialistici nei confronti di scienza e tecnologia. Surveys sul rapporto tra scienza e opinione pubblica.

 

Lezione 3: Differenti forme d'expertise

  • Svolta etnografica del Public Understanding of Science. Il sapere dei non-esperti. Expertise scientifica e altre forme di conoscenza.

 

Lezione 4: Dialogo, partecipazione e coinvolgimento pubblico

  • Scienza e democrazia. Coinvolgimento pubblico nelle decisioni su questioni tecnoscientifiche: teorie e pratiche. Limiti del modello dialogico. Citizen science.

 

Lezione 5: Gli scienziati e la comunicazione

  • La scienza come pratica comunicativa. La comunicazione pubblica degli scienziati: sviluppo storico, difficoltà e tendenze attuali in una prospettiva internazionale. Open science: impatto della rete nella produzione e nella diffusione della conoscenza scientifica.

 

Lezione 6: Controversie pubbliche a carattere scientifico o tecnologico

  • Dimensioni etiche, politiche e sociali delle controversie. Copertura e dispositivi di framing delle controversie sui media. Strategie comunicative per la riduzione dei conflitti su questioni scientifiche e tecnologiche socialmente rilevanti.

 

Lezione 7: La scienza nella cultura popolare

  • Analisi dei significati assunti dalla parola "scienza" su media diversi in differenti epoche storiche. Flessibilità del concetto di divulgazione scientifica. La comunicazione pubblica della scienza come luogo di definizione dell'autorità cognitiva. 

 

Lezione 8: Future direzioni e prospettive di ricerca in comunicazione della scienza

  • Modelli di comunicazione della scienza nel contesto mediatico-sociale. temi e sfide per la ricerca attuale in comunicazione della scienza.

Obiettivi: 

Lo scopo principale del corso è far comprendere le dinamiche del campo della comunicazione della scienza. Un obiettivo secondario è far acquisire familiarità con i modelli teorici e i metodi empirici da cui dipendono le indagini in questo settore. Più generale si vogliono fornire agli allievi e alle allieve gli strumenti concettuali per integrare i risultati della ricerca sulla comunicazione della scienza nella pratica professionale.

 

Per quanto riguarda gli esiti concreti, alla fine del corso ci si aspetta che gli studenti:

  • sappiano leggere e comprendere un articolo di ricerca sulla comunicazione della scienza
  • sappiano realizzare una presentazione pubblica riguardante temi inerenti al rapporto tra scienza, società e comunicazione.

 

Rispetto agli obiettivi generali invece ci si auspica che gli allievi:

  • comprendano come le questioni teoriche e gli studi sulla comunicazione della scienza possano influenzare le pratiche professionali
  • sappiano individuare le questioni aperte più rilevanti della comunicazione della scienza nel contesto più ampio dei Science and Technology Studies
  • accrescano le loro competenze e le loro capacità comunicative in generale
  • sappiano valutare criticamente gli obiettivi e gli scopi sottostanti alla comunicazione della scienza
  • sviluppino un pensiero critico e interpretativo
  • comprendano la varietà delle offerte professionali
  • riconoscano le funzioni sociali e culturali della comunicazione della scienza.

Docente: 

Nico Pitrelli

Terrà i seguenti corsi: "Introduzione alla comunicazione della scienza", "Elementi di giornalismo scientifico".

È condirettore del Master in Comunicazione della Scienza “Franco Prattico” della Sissa di Trieste. È stato condirettore del Master in Giornalismo Scientifico Digitale sempre nella stessa istituzione. Ha diretto per circa quattro anni la rivista Jcom - Journal of Science Communication ed è stato, nel 2007 e nel 2008,  vicedirettore della Fiera Internazionale dell'Editoria Scientifica di Trieste (Fest). Ha pubblicato L'uomo che restituì la parola ai matti. Franco Basaglia, la comunicazione e la fine dei manicomi (Editori Riuniti, 2004); con Yuri Castelfranchi, La grande storia della Terra (La Biblioteca, Milano, 2002, disponibile anche in inglese e portoghese) e Come si comunica la scienza? (Laterza, 2007); con Pietro Greco, Scienza e media ai tempi della globalizzazione (Codice, 2009).

Testi consigliati: 

  • M. Bauer e M. Bucchi (a cura di), Journalism, Science and Society. Science communication between News and Public Relations, Routledge, New York, 2007;
  • S. Bencivelli e F. P. de Ceglia, Comunicare la scienza, Carocci, Roma, 2013;
  • M. L. Brake e E. Weitkamp (a cura di), Introducing Science Communication, Palgrave Macmillian, New York, 2010;
  • P. Broks, Understanding popular science, Open University Press, 2006;
  • M. Bucchi, Scegliere il mondo che vogliamo. Cittadini, politica, tecnoscienza, Il Mulino, 2006;
  • M. Bucchi, Scienza e società, Il Mulino, 2002;
  • M. Bucchi e B. Trench (a cura di), Handbook of Public Communication of Science and Technology, Routledge, Abingdon e New York, Second edition 2014;
  • Y. Castelfranchi e N. Pitrelli, Come si comunica la scienza?, Laterza, Roma-Bari, 2007;
  • P. Greco e N. Pitrelli, Scienza e media ai tempi della globalizzazione, Codice edizioni, Torino, 2009;
  • J. Gregory e S. Miller, Science in Public: Communication, Culture and Credibility, Plenum Trade, New York, 1998;
  • T. F. Gieryn, Cultural Boundaries of Science: Credibility on the Line, University of Chicago Press, 1999;
  • E. Hackett et al., The Handbook of Science and Technology Studies, MIT Press, 2009;
  • R. Hollimann, E. Whitelegg, E. Scanlon, S. Smidt e J. Thomas (a cura di), Practising Science Communication in the Information. Theorising Professional Practices, Oxford University Press, New York, 2008;
  • R. Hollimann, E. Whitelegg, E. Scanlon, S. Smidt e J. Thomas (a cura di), Investigating Science Communication in the Information Age. Implications for public engagement and popular media, Oxford University Press, New York, 2008;
  • A. Irwin, M. Micheal, Science, Social Theory and Public Knowledge, Open University Press, 2003;
  • L. Paccagnella, Open access. Conoscenza aperta e società dell'informazione, Il Mulino, 2010;
  • N. Russell, Communicating Science. Professional, Popular, Literary, Cambridge University Press, 2010.

Contattaci

Seguici anche su

Siamo sui social network. Seguici e partecipa.